Happy Friends 5a

Bonfire Night

The Gunpowder plot. La ricorrenza di Bonfire Night, anche chiamata Guy Fawkes Night, viene celebrata ogni anno la notte del 5 novembre. I festeggiamenti hanno preso origine da un fatto storico accaduto a Londra nel 1605. A quel tempo era sovrano d'Inghilterra Giacomo I (James I), re protestante, che si era attirato le ostilità dei cattolici per alcune sue decisioni anticattoliche (tra queste l'ordine di espulsione dall'Inghilterra dei Gesuiti). Un gruppo di cospiratori cattolici decise di far saltare in aria il Parlamento (all'epoca era alquanto diverso dall'attuale) il 6 novembre, giorno dell'apertura dell'anno parlamentare, per uccidere il re. 36 barili di polvere da sparo vennero nascosti nei sotterranei del Parlamento, e la notte del 5 novembre tutto era pronto per l'attentato.

Guy Fawkes. Grazie a una lettera anonima il sovrano venne a conoscenza del complotto e ordinò alle sue guardie di setacciare il Parlamento per scoprire i cospiratori. Le guardie trovarono uno dei ribelli, Guy Fawkes, che aveva il compito di accendere la miccia per far partire l'esplosione. Fu arrestato poco prima che riuscisse ad accendere il fuoco.

The conspirators. Oltre a Guy Fawkes furono arrestati anche Robert Catesby, mente del gruppo, e altri cospiratori. Alcuni vennero giustiziati subito dopo la cattura, altri, tra cui Guy Fawkes, vennero imprigionati nella Torre di Londra e uccisi due mesi più tardi. Il re ordinò ai suoi sudditi di non dimenticare la Congiura delle Polveri (Gunpowder plot) e di ringraziare Dio ogni anno il 5 novembre perché l'esito della cospirazione non fu quello voluto dai ribelli. Le persone, allora, prepararono un fantoccio (per rappresentare Guy Fawkes) e lo posero sopra un grande falò (bonfire).

Bonfires. Oggi la ricorrenza non ha più alcun significato politico-religioso ed è diventata un'occasione per fare festa. Nei parchi di paesi e città viene allestito un falò e viene posto sopra di esso un fantoccio chiamato guy (oltre ad essere il nome proprio di Guy Fawkes, guy significa anche "tizio", per cui A penny for the guy significa sia "un penny per Guy" che "un penny per il tizio").

Le persone si radunano nelle piazze e possono assistere a bellissimi spettacoli pirotecnici con fuochi d'artificio di ogni genere. Cibi tipici per questa ricorrenza sono gli hot dog e le mele caramellate (toffee apples). Nei giorni precedenti la festa, i bambini fanno un guy e si fermano sulle strade o vanno di casa in casa chiedendo A penny for the guy: lo scopo è quello di raccogliere un po' di soldi per l'acquisto di fuochi d'artificio. Data la loro pericolosità, i fuochi d'artificio non vengono venduti ai bambini e anche la vendita gli adulti è strettamente controllata.

Fireworks. Nelle settimane precedenti la festa, a scuola i bambini vengono sensibilizzati sulla pericolosità dei fuochi d'artificio e vengono insegnate loro le norme di sicurezza per assistere agli spettacoli che li impiegano. I bambini solitamente accendono i bastoncini che producono scintille (sparklers) con le quali si divertono a tracciare disegni nell'aria. Altri fuochi d'artificio sono le candele romane (Roman candles), i razzi (rockets) e le spirali (Catherine wheels). Alla festa è stata dedicata una filastrocca: Remember, remember, the fifth of November.

 

Bookmark and Share